domenica 26 ottobre 2014


Una lei per una tavola. Fra tante facce disegnane una su carta, coi tratti che ricordi. E quello che ricordi cerca di renderlo vivo, di dargli quell'espressione che emerge da profonde e fredde nottate di una casetta di testaccio dove lei non c'era mai. Ricalca tutto al pc dopo averlo scannerizzato, e ancora prima di aver finito sai che hai trovato la tua lei per la tua tavola.

Nessun commento:

Posta un commento