martedì 19 settembre 2017

La vita è un eterno work in prgress


Pensi di voler mandare la vita in una direzione poi questa ti fa gentilmente capire che forse ci sono direzioni migliori, e tu ti incazzi, ti intristisci ti opponi. Pensi di voler fare un fumetto serio con anatomie e prospettive da paura e con gli anni ti accorgi che non ti importa poi molto di anatomie e prospettive, e compaiono personaggi strani che fanno e si dicono cose strane. E quindi ti siedi e cominci a disegnare quello che viene. Insomma la vita è un eterno work in progress, un flusso che ti porta in direzioni sempre inaspettate. Sempre nuove. Ogni tanto basta sedersi, e mettersi a disegnare.

1 commento:

  1. Disegnare, già...io ho senpre voluto rappresentare la realtà così come è, cercando di imitare perfettamente anatomie e prospettive, ma non ci sono mai riuscita! Amo quei dipinti/ritratti perfetti che sembrano parlare! Ho sempre desiderato io essere perfetta e fare cose perfette....in ogni ambito della mia vita, ma così non è stato. Mi metto a disegnare con le mie penne colorate e vengono fuori geometrie, astrattismi a volte inaspettati, a volte voluti e i colori, poi, fanno un pò ciò che vogliono ma sempre seguendo una certa mia armonia interiore.
    Il desiderio di disegnare, arriva quando vuole, e quando lo fa, lo assecondo e poi mi accorgo che parla sempre di me, anche quando non mi piace!

    RispondiElimina